Il senso della vita tra caso, destino e provvidenza

Quando

18/11/2010

Ora

21:00

Luogo

Palazzo della Gran Guardia

Dettagli

Marcello Veneziani
Giornalista, scrittore e filosofo. Il suo pensiero è scandito su quattro punti fermi a cui corrispondono quattro parole chiave: la filosofia del ritorno, come nostalgia delle origini e ricordo amoroso nella lontananza; l’amore inquieto per la tradizione, in cui confluisce anche la sua passione di rivoluzionario conservatore; la preferenza per la comunità rispetto all’individualismo e al nichilismo sociale; l’amor fati, l’accettazione della vita alla luce sacra del destino.

Carlo Bortolozzo
Presidente del Centro di Cultura Europea Sant’Adalberto, insegna Lettere in un Liceo di Verona, è saggista letterario, collabora con articoli e conferenze a riviste e a varie associazioni culturali.

Giuseppe Perazzolo
Dottore in Filosofia e dottore in Storia della Chiesa, è storico dell’Opera Don Calabria, scrittore e collaboratore alla cattedra di Storia della Pedagogia all’Università di Verona.

L'incontro

Il senso della vita tra caso, destino e provvidenza

Dialogo con Marcello Veneziani

L’incontro, proposto dalla Fondazione Giorgio Zanotto e dal Centro Culturale Sant’Adalberto si colloca nell’ambito delle giornate di Studio del Centro di Cultura e Spiritualità Calabriana – Opera Don Calabria, e nasce dal desiderio di approfondire i temi dell’ultimo libro di Marcello Veneziani, Amor fatiLa vita tra caso e destino, scaturito dalla riflessione appassionata sul destino, il caso e la provvidenza, alla ricerca di un disegno intelligente di vita nella nostra epoca che ne è priva, dominata dalla tecnica e dall’economia. Amor fati affronta il disperato bisogno di sacro e di senso in un tempo che ha perduto il passato e il futuro, ingoiati nel presente. I suoi capitoli scorrono ad affrontare il destino dei popoli e il declino della storia, l’importanza del gioco e la solitudine globale. Un percorso animato da un amore metafisico per la realtà. Amor fati significa accogliere la vita, i suoi limiti e le sue responsabilità, fino in fondo: accettare la realtà e le sue imperfezioni. Amor fati è la serenità degli inquieti. ?Il fato ha due possibilità: può dare un senso a una vita o può non darlo, rivelandosi insensato. Il caso ne ha una sola, la peggiore”.

Foto

Condividi l'evento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie.

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Ti potrebbe interessare:

2020/2021

Nel nome di Dante

Presentazione del libro di Marco Martinelli “Nel nome di Dante. Diventare grandi con la Divina Commedia” (Ponte alle Grazie, 2019).

Leggi Tutto »